La Questura sposta il presidio di CasaPound

Ascoli Piceno – L’annunciato presidio di CasaPound contro il business dell’immigrazione e l’arrivo dei nuovi 640 rifugiati, inizialmente ideato dagli organizzatori per essere fatto Sabato a Piazza Simonetti, sotto la Prefettura, non ha trovato però il favore delle autorità di Pubblica Sicurezza e sarà organizzato in altra location.

Il Questore ha deciso di spostare il presidio in Piazza Roma per non meglio precisati “motivi di sicurezza”. Il sit-in che era stato ideato per protestare proprio contro il bando per l’accoglienza emanato dalla prefettura sarà quindi costretto a trasferirsi in un luogo adiacente, ma meno simbolico.

Abbiamo raggiunto telefonicamente il responsabile di CasaPound Giorgio Ferretti, che con voce contrariata ed un pizzico di ironia ci ha detto: “Evidentemente CasaPound non gode degli stessi privilegi del Comitato Scuole Sicure o della CGIL, che hanno organizzato in passato presidi nello stesso posto che avevamo chiesto anche noi. E a ben vedere neanche dei privilegi della stessa CasaPound che nel 2013 organizzò nello stesso luogo un presidio per chiedere la liberazione dei marò detenuti in India. Sono i vantaggi della democrazia.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *