Cardinaletti al San Paolo, tifosi ascolani su tutte le furie

Napoli – Era il 42° del secondo tempo di Napoli – Juventus, il big match della Serie A, quando molti ascolani non hanno potuto fare a meno di notare, nell’inquadratura di SKY, l’amministratore unico dell’Ascoli Picchio, Andrea Cardinaletti, seduto nelle vicinanze di Nedved e Marotta, tra i più alti dirigenti della Juventus al San Paolo.

Su Facebook i tifosi si sono scatenati, ironizzando sulla presenza del dirigente a Napoli. Molti hanno visto materializzarsi lo striscione esposto dai tifosi della Curva Sud dell’Ascoli, sabato scorso contro la Cremonese: “Ragioniè, ecco svelati i proJetti”. Una riuscita provocazione dei tifosi che sono riusciti a sintetizzare in poche parole l’ineffabilità dei progetti millantati da Cardinaletti con un curioso gioco onomatopeico tra la G dolce caratteristica del dirigente di Jesi che nello striscione veniva sostituita proprio da una J, più dolce nella pronuncia, ma che graficamente ricordava il logo della Juventus. Una critica alla troppa vicinanza con la dirigenza di Torino che spesso si trasforma (secondo i tifosi) in subalternità pura dell’Ascoli rispetto alla Juve, a discapito della sovranità del Picchio.

L’apparizione di Cardinaletti sugli schermi della televisione in mondovisione, durante una partita proprio della Vecchia Signora, ha confermato la predizione dei tifosi che avevano già messo nel mirino l’amministratore unico e mandato, ancora di più, su tutte le furie una gran parte dei supporters bianconeri, che hanno commentato l’accaduto in maniera poco carina (per usare un eufemismo)

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *