Ascoli, Carnevale irriverente, spunta la maschera di Luca Traini

Ascoli Piceno – E’ in corso in questi giorni il tradizionale carnevale ascolano, manifestazione popolare, molto sentita in città.

Secondo wikipedia:
 “La città si popola di gruppi mascherati e di tante maschere singole, comunemente dette macchiette, che, con pochi mezzi e tanta inventiva, riescono a far vivere con ironia, arguzia e sagacia l’anima e l’essenza surreale della manifestazione, coinvolgendo nelle loro storie, nelle loro rappresentazioni e nei loro racconti anche i presenti che diventano parte integrante della loro mascherata.”

Quest’anno, però, dopo i recenti fatti di cronaca, le attenzioni sono state catalizzate da un giovane che ha deciso, in maniera irriverente e spensierata, come etica del carnevale impone, d’impersonare il personaggio più discusso del momento: Luca Traini, il giovane che ha aperto il fuoco contro una serie di persone di colore nella vicina città di Macerata.

Munito di una finta pelata, una pistola giocattolo e la bandiera Italiana indossata a modi mantello, ieri sera un anonimo ascolano ha incuriosito i frequentatori delle piazze principali di Ascoli.

Immediatamente la foto è rimbalzata sul web e ha fatto in poche ore il giro del mondo attraverso i social. Una viralità che ha coinvolto anche la campagna elettorale in corso. Non sono mancate le polemiche di chi (evidentemente fuori città e/o che non percepisce lo spirito ascolano del carnevale) non ha compreso il senso della maschera, associando la stessa alla tradizionale connotazione destroide della città di Ascoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *