Botta e risposta tra Ascoli Picchio e Sindaco Castelli

Ascoli Piceno – Va avanti a suon di comunicati altisonanti la polemica tra amministrazione comunale e dirigenza dell’Ascoli Picchio. Nella giornata di ieri sono volate scintille tra Bellini e Castelli.

L’Ascoli Picchio ha pubblicato una dura nota contro l’amministrazione dichiarando l’impossibilità di giocare allo Stadio Del Duca nella prossima stagione per carenze imputabili al Sindaco. Non sono state lesinate neanche critiche alla tifoseria, accusata di creare un clima ostile per società e giocatori.

E’ possibile leggere la nota completa sul sito dell’Ascoli: http://www.ascolipicchio.com/index.php/news/dettaglio/comunicato-questione-stadio-del-duca-a-pochi-giorni-dalliscrizione-al-campi

Puntuale la risposta del Sindaco in serata che ha sottolineato l’esistenza di accordi già intercorsi tra l’amministrazione e il dott. Cardinaletti per l’istallazione dei 6mila seggiolini necessari per ottenere la licenza di Serie B, di cui si sarebbe fatta carico la società, detraendo l’importo dal canone annuo. Secondo il sindaco sarebbe l’unico adeguamento necessario per far giocare la compagine cittadina al Del Duca. Secondo Guido Castelli, la società vorrebbe criminalizzare il dissenso per l’operato.

Rimane comunque poco chiaro l’aspetto della concessione trentennale dello stadio, da tempo sulle scrivanie delle rispettive parti, ma mai sottoscritta. Da una parte il Sindaco si dichiara prontissimo a concederla, ipotesi però smentita dall’Ascoli Calcio che adduce un leasing triennale proposto dall’Arengo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *