Piero Celani a gamba tesa sul summit del centrodestra

Ascoli Piceno – Con un intervento pubblicato su facebook anche il consigliere regionale di Forza Italia, Piero Celani, ha voluto dire la propria sull’incontro delle diverse anime del centrodestra avvenuto nella sala Massy del Palazzo dei Capitani.

Celani, uno dei massimi esponenti locali del partito di Silvio Berlusconi, ha smentito la notizia diffusasi sui quotidiani di un suo mancato invito al tavolo. Notizia che aveva suscitato clamore. L’ingegnere ha scritto di essere stato invitato personalmente da Andrea Antonini (Lega) tramite una telefonata e ha motivato la sua assenza con altri impegni politici.

Celani ha però puntato il dito contro il muro alzato verso di lui da alcuni esponenti dell’amministrazione con cui non ha contatti dal 2009. Altre accuse pesanti sono trapelate tra le righe scritte dal consigliere regionale (trasversalismo, pugnalate alle spalle, etc), senza lesinare critiche alle liste civiche “che diventano partiti alla bisogna”. Celani sostiene anche che alcuni esponenti di Forza Italia abbiano fatto votare il PD alle regionali 2015 (dove lui era candidato).

L’attacco, neanche troppo velato, sembra diretto al sindaco Guido Castelli, con cui l’ingegnere ha avuto sempre un rapporto altalenante.

Anche Andrea Antonini  (Lega) e Giorgio Ferretti (CasaPound) avevano fatto delle precisazioni relative all’ormai celebre incontro del centrodestra.

Antonini diceva di aver invitato solo chi attualmente collabora con il fronte amministrativo del centrodestra, senza però escludere o chiudere le porte a nessuno per il futuro. 

Ferretti aveva precisato che CasaPound, nonostante il mancato invito, non fosse comunque interessata ad una riunione che rivendicasse l’operato dell’amministrazione Castelli.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *