Fenati non sarà premiato, Il Coni si piega ai tifosi della Samb

San Benedetto del Tronto – Il pilota ascolano Romano Fenati avrebbe dovuto essere premiato il prossimo 5 Dicembre, nell’auditorium di San Benedetto del Tronto, dal Coni provinciale, per aver dato lustro al territorio posizionandosi secondo del motomondiale 2017, ma non sarà così.

A confermare la circostanza è stato il delegato provinciale Armando De Vincentiis, ex olimpionico, che asserisce di aver ricevuto telefonate dagli amministratori comunali di San Benedetto affinchè non avvenisse la premiazione, poichè alcuni tifosi della Samb avevano minacciato sui social delle proteste.

“Per motivi di ordine pubblico – ha dichiarato De Vincentis – ci è sembrato opportuno annullare l’invito al pilota. Lo premieremo comunque in un’altra circostanza”

Siamo di fronte all’assurdo. Un’istituzione sportiva che riesce a farsi condizionare nelle proprie funzioni da qualche commento social di fazioni calcistiche che nulla c’entrano, tra l’altro, con le corse motociclistiche.

Il precedente è pericoloso. Se basta qualche commento su facebook per decidere se consegnare o meno un’onorificenza, in futuro chiunque si sentirà in diritto di fare altrettanto.

C’è da sperare che questa sia solo una scusa per non trovarsi nell’imbarazzo di dover premiare un pilota nell’occhio del ciclone per i suoi comportamenti e che al momento ha la licenza motociclistica sospesa. Se così fosse il CONI avrebbe sicuramente fatto più bella figura nel dichiararlo invece che ripiegare sulle minacce dei tifosi. Se così invece non fosse, rimarrebbe la gravità di un comportamento e di un’istituzione piegata al volere di qualche tifoso di altro sport.

Fenati sarà comunque premiato in un’altra circostanza. Al momento il pilota non ha rilasciato dichiarazioni ufficiali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *