Facebook chiude la bocca a CasaPound. Ferretti: “Elezioni falsate”. Di Stefano giovedì ad Ascoli.

Ascoli Piceno, 15 Aprile – Continua la campagna repressiva virtuale del più famoso social network mondiale contro il movimento CasaPound Italia. Dopo l’oscuramento del profilo personale del candidato sindaco Giorgio Ferretti e di diverse decine di personaggi di spicco del movimento, i moderatori di facebook hanno deciso deliberatamente di cancellare dal web la pagina ufficiale ascolana del movimento (CasaPound Ascoli), del Blocco Studentesco e del suo responsabile regionale Lorenzo Marchei. Le pagine avevano complessivamente circa 10mila seguaci. Il segretario del partito, Simone Di Stefano, Giovedì sarà ad Ascoli per un incontro aperto ai simpatizzanti

“In questo modo viene falsata la campagna elettorale – commenta Giorgio Ferretti – adiremo le vie legali. Intervenga la Prefettura! Facebook è stato fino ad oggi uno dei nostri principali mezzi di comunicazione immediata ed è assurdo penalizzare in questo modo una compagine che rispetta le regole democratiche e si candida regolarmente alle elezioni (anche Italiane ed Europee).”

“E’ un dovere istituzionale tutelare le oltre 3 mila persone che ci hanno votato nella provincia di Ascoli alle elezioni politiche del 2018 e far sì che la campagna elettorale abbia regole paritarie per tutti i partecipanti. Il Blocco studentesco, tra l’altro, esprime il Presidente provinciale della Consulta, il massimo organo di rappresentanza studentesca. E’ un attacco politico ingiustificato e gratuito.”

Nel frattempo non si ferma la campagna elettorale del movimento. Giovedì il segretario del partito Simone Di Stefano sarà ad Ascoli Piceno per un incontro/cena presso la Pizzeria “La Scaletta” aperta a tutti gli interessati anche in risposta al pretestuoso attacco di Facebook contro la compagine locale di CasaPound. Il movimento fa sapere che è gradita la prenotazione al numero 320/1545943

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *